UNA TRAINING ACADEMY PER CONOSCERE E COMBATTERE IL CYBERBULLISMO

Il cyberbullismo ha le stesse caratteristiche del bullismo tradizionale, con la particolarità che  si manifesta attraverso la rete internet, in diverse forme e con conseguenze potenzialmente più gravi del bullismo offline. È un fenomeno  in sensibile aumento con percentuali di minorenni che lo hanno sperimentato che variano tra il 5% e il 20% della popolazione minorile, con conseguenze psicofisiche che vanno dal mal di testa ai dolori allo stomaco e/o che si manifestano con mancanza di appetito o disturbi del sonno.

Crediamo sia importante conoscere e parlare di questo fenomeno e per questo, all’interno di Youth Against Cyberbullying,  progetto co-finanziato dal Programma Erasmus+ dell’Unione Europea di cui siamo partner, abbiamo organizzato una giornata formativa dedicata al fenomeno del cyberbullismo.

Youth Against Cyberbullying, tramite meeting nazionali e internazionali, vuole formare giovani (tra i 18-30 anni) che possano acquisire ed utilizzare competenze utili ad aiutare altri ragazzi, ma anche genitori o insegnanti, a fronteggiare episodi di violenza online.

Il  15 Giugno Arci Liguria abbiamo organizzato una training academy, evento nazionale coordinato da ragazzi che hanno avuto una formazione sul contrasto al cyberbullismo. La giornata, attraverso strumenti e metodi formalizzati dal progetto, farà conoscere le tematiche legate alla violenza digitale ad altri giovani.

Abbiamo scelto di organizzare il training, rendendolo il più possibile coinvolgente e produttivo, utilizzando tecniche del teatro dell’oppresso.
Inoltre, ci avvarremo dello straordinario supporto dell’artista Amir Issaa, una delle figure più importanti nell’ambito del rap usato a fini educativi.

Nato e cresciuto a Roma nel quartiere di Torpignattara, figlio di un emigrato egiziano e di una donna italiana si avvicina all’Hip Hop all’inizio degli anni 90 prima come breaker e poi come writer nella crew capitolina “The Riot Vandals”. Successivamente fonderà il leggendario Rome Zoo, collettivo della scena rap romana che lo salva dalla situazione di disagio familiare in cui si trova. E sarà proprio il Rap a caratterizzare la sua carriera da artista. Negli ultimi anni Amir ha intrapreso anche una nuova forma di rap, ossia il rap didattico collegato a laboratori di scrittura in aula su temi sociali. All’attivo ha due testi da lui scritti: Vivo per questo (2017) e Educazione Rap (2021)

L’evento si svolgerà al circolo Cap, in Via Albertazzi 3, dalle 9-9.30 fino alle 16.30-17 circa. La partecipazione sarà limitata al numero di 30 partecipanti di età compresa tra i 18 e i 30 anni. Le iscrizioni saranno aperte fino al 9 giugno.

Per ulteriori informazioni e per iscriversi all’evento, vi invitiamo a rivolgervi alla mail volontari@arciliguria.it o seguire gli aggiornamenti sulla pagina Facebook e Instagram di Arci Liguria.